Matrice recensita su Il Tempo

Il Tempo sabato 13 dicembre 2008

Poesia

Matrice Il tempo 001CROP.jpgMare e amore in «Matrice e realtà» di Livia Bidoli
Se i versi sono pietre colorate
di Paola Pariset

L’impressione è di un rutilare stordente di colori: nelle poesie di Livia Bidoli, raccolte nel libro «Matrice e realtà» (Edizioni Il Foglio), si riconosce l’amore di questa giornalista – linguista, saggista, critico letterario – per le pietre, per i loro preziosi colori, i loro riposti simbolismi, la loro organica e pulsante vita.
 
Forte e magmatico è infatti, in questi brevi scritti densi di ardite e infrenabili sinestesie, il grumo del vitalismo, della «matrice», che rende ricca e persuasiva la susseguente «realtà». Si avverte negli scritti di questa giovane donna la dimestichezza con Poe – oggetto della sua tesi di laurea – con Carrol, con Borges, specie nelle poesie in cui più costruita si innalza la «sua» realtà, come ne «Le onde meravigliose», «Narciso», «La verità sull’amore».

Domina nelle poesie di Livia Bidoli l’immagine del mare come chiarità, richiamando la di lei figura fisica, soprattutto gli occhi trasparenti e luminosi.

Ma le ritornanti tonalità perlacee non attutiscono la ribollente fisicità della poesia della Bidoli, segnatamente delle bellissime liriche d’amore, «Riflessi d’aurora», «È stata una vertigine», «La veste», «Il gemito e le grida».
 
CROPMatriceBIG.jpg 

   Matrice Il tempo 009.jpg

Matrice Il tempo 008.jpg.jpg

Matrice recensita su Il Tempoultima modifica: 2008-12-14T11:41:00+01:00da liviabi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento